Vincent Van Gogh, uno dei pittori più straordinari, tormentati e comunicativi della storia dell’arte, era nato proprio oggi, il 30 marzo.
Voglio dedicargli questo breve post non per dire qualcosa di nuovo, ma perché questo artista, grazie alla sua sgargiante tavolozza cromatica, mi ha affascinata fin da Vincent_Willem_van_Gogh_137bambina.
I suoi gialli brillanti, i rossi accesi ed i blu intensi con i quali ha cercato di “catturare” la vita ed il mondo mi ammaliano ancora oggi, che ho capito quale carico di sofferenza e quale tormento stiano dietro alle sue tele.
Questo artista unico ci ha lasciato oltre 800 tele e migliaia di disegni, tutti estremamente interessanti per capirne il percorso. Nelle opere giovanili vi è un grande pathos, ed i colori sono scuri e terrosi, non lasciano trasparire quale evoluzione il contatto con gli Impressionisti prima, e con la Provenza poi, portarono nella personalità e nell’arte di Van Gogh.
Questo artista era però anche un uomo straordinario, la cui fragilità ed il cui senso di impotenza si manifestano anche nelle numerose lettere, scritte soprattutto al fratello Theo, che sono giunte fino a noi.

“…
e avrei voluto dirti, Vincent,
questo mondo non meritava
un uomo bello come te!
…”
(Roberto Vecchioni)
L’immagine inserita nell’articolo è stata scaricata dalla rete.

l'immagine è stata scaricata dalla rete

this image has been downloaded from the web

Vincent Van Gogh, one of the most extraordinary, tormented and communicating painters of the history of art, was born right today, on March 30th.
I want to dedicate this short post to him not to say something new, but because this artist, thanks to his brilliant palette, has fascinated me since I was a child.
His shining yellows, his hot reds and his intense blues through which he tried to “capture” the life and the world charm me still today, as I have understood the burden of pain and the sufferance which are behind his canvasses.
This unique artist left us over 800 canvasses and thousands of drawings, that are all extremely interesting to understand Van Gogh’s human and artistic path. In his first works there is a great pathos, and the colors are dark and somber, they don’t let us perceive the evolution that the contact with the Impressionists first and with Provence later will bring in the artist’s life and in his art.
But Vincent Van Gogh was also an extraordinary man, whose brittleness and whose sense of impotence become evident also in the several letters he wrote to his brother Theo.

“…
e avrei voluto dirti, Vincent,
questo mondo non meritava
un uomo bello come te!
…”
(Roberto Vecchioni)


And I’d have liked to tell you, Vincent,
That this world wasn’t worth
A man as beautiful as you!

(Roberto Vecchioni)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: