Una passeggiata musicale a Bologna

 

Teatro Villa Mazzacorati

Stemmi Archiginnasio

San Luca

parma fuori città
parma fuori città

A Bologna sono legati i nomi di musicisti illustri, come Mozart, Wagner, Respighi e soprattutto Rossini. Le loro storie e le loro esperienze si fanno tangibili nel reticolo di strade che caratterizza il centro della città, dove fu sepolto anche il grande Farinelli, l’ultimo “virtuoso”.

Vi accompagnerò a vedere la sala dello Stabat Mater, all’interno dell’Archiginnasio, ed anche alcuni fra gli organi più antichi del mondo, poi vi spiegherò chi era Padre Martini, il francescano che insegnò anche a Rossini e a Mozart. Dalla sua passione è nata una collezione ora esposta in un ricchissimo ed affascinante museo, il Museo Internazionale della Musica, dove sono custoditi manoscritti e strumenti musicali rarissimi. Oltre al museo c’è poi una biblioteca che custodisce testi di varie epoche, molti dei quali sono manoscritti unici al mondo.

Durante la nostra passeggiata musicale potremo anche visitare la Collezione Tagliavini, costituita da strumenti musicali antichi di vari tipi: clavicembali, spinette, clavicordi, ed altri, tutti perfettamente restaurati, e donati alla città di Bologna dal Maestro Luigi Tagliavini. Il fulcro del museo è il clavicembalo di Giovanni Battista Giusti, del 1674. Oggi la collezione è ospitata nella chiesa di San Colombano, un antichissimo complesso monastico situato al centro della città.

Il Teatro Comunale è poi un gioiello del diciottesimo secolo; fu progettato da Antonio Galli Bibiena, dopo che il vecchio teatro Malvezzi era stato distrutto da un incendio. All’inaugurazione, il 14 maggio 1763, erano presenti circa 1500 persone, e si rappresentò Il trionfo di Clelia, di Gluck. Negli anni successivi il Comunale si distinse per la sua apertura ad artisti contemporanei e stranieri, primo fra tutti Wagner. Ma il Comunale non è l’unico teatro della città, vi sono anche strutture di tipo molto diverso, come il Teatro di Villa Aldrovandi Mazzacorati, una piccola bomboniera del ‘700, dove la balconata che ospitava parte del pubblico è sostenuta da degli stranissimi atleti.

Questi sono solo alcuni degli aspetti che una visita alla Bologna musicale vi può offrire. Venite a scoprirla con me, la musica qui è ancora viva!

Per la vostre serate, poi vi sono locali dove ascoltare musica dal vivo quasi ogni sera, concerti e spettacoli di ogni tipo, ma questa è anche la città del compianto Lucio Dalla e di Gianni Morandi!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: