Ferrara in mezza giornata

Palazzo dei Diamanti particolare

Soffitto Castello Estense

Palazzo Schifanoia

parma fuori città

Ferrara è una città magica. Nel suo centro storico il tempo pare essersi fermato, ed il Castello predomina su tutto quanto gli sta intorno.

Sono convinta che questa sia esattamente l’impressione che gli Este, signori di Ferrara per quasi quattro secoli, volevano darci: forza e raffinatezza, spregiudicatezza e grazia, potere ed armonia.

Per percepire questa alternanza di impressioni e di emozioni vi porterò a visitare il Castello Estense, che si trova ancora oggi al centro della Ferrara storica. La sua mole austera, ingentilita da modanature e cornicioni, si specchia ancora oggi nelle acque del fossato. Il suo interno conserva prigioni, cucine e sale riccamente affrescate, e ci tramanda le memorie degli Este, signori raffinati quanto spregiudicati. Nominarne solo alcuni è difficile, ma dovendo scegliere vi cito Leonello, che fu mecenate di artisti come Leon Battista Alberti ed Andrea Mantegna; Borso, uomo di grande fede e cultura, che ci ha lasciato il libro più bello del mondo, una Bibbia miniata su tutte le pagine, oggi custodita a Modena. Voglio ancora ricordarvi Ercole I, che commissionò l’Addizione Erculea, un piano urbanistico all’avanguardia per il XV secolo. Alfonso I, figlio di Ercole e di Eleonora d’Aragona, sposò in seconde nozze Lucrezia Borgia e detiene un record molto particolare, essendo stato scomunicato da ben tre papi!

Durante il nostro percorso di visita, potremo passeggiare attraverso l’Addizione Erculea, il capolavoro urbanistico creato da Biagio Rossetti, architetto di corte di Ercole I. Ne potremo così comprendere la genialità e la funzionalità ed avremo l’occasione di osservare da vicino quello che è il palazzo più famoso di Ferrara: Palazzo dei diamanti. Questo edificio ha per me una caratteristica singolare: anche quando, in occasione di mostre od eventi particolari, vi si affollano centinaia e centinaia di persone, non perde la sua aura di tranquillità e di quiete.

A me piace terminare la passeggiata per Ferrara con una breve visita della Cattedrale di San Giorgio, per osservare soprattutto l’interessantissimo impianto scultoreo della facciata, e per vedere l’adiacente Piazza Trento Trieste, l’antica piazza del mercato di Ferrara. Nei dintorni è possibile trovare numerosi bar e trattorie dove godersi alcune delle prelibatezze della gastronomia locale. Nei mesi invernali non potete perdervi la salama da sugo!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: